Ultime dal sito

Agosto 2021
È stato l’uomo del sorriso e della partecipazione, volentieri aiutava chiunque volesse fare ricerche.
In ricordo del prof. Elio Bonizzato, nel decimo anniversario della morte 2011-2021.
Marzo 2021
Una grande storia quella della Filanda dei Danese.
Aurelio ce la racconta.
Febbraio 2021
Molti sono stati i Bussolenghesi emigrati negli States, in particolare in Pennsylvania a fare i minatori.
E sempre difficili sono state le loro vite, ma quella di Ferdinando è sicuramente tragica.
22 Giu 2017
Durante la recente Festa di San Valentino il Gruppo Noi ha organizzato una bellissima mostra sulla
Scuola a Bussolengo. Leggi la Storia della Scuola nel nostro paese e la vita di un suo protagonista.
31 Maggio 2017
Per ricordare l'indimenticabile arciprete mons. Angelo Bacilieri riportiamo
l'iscrizione funebre che appare sulla registrazione della sua morte.

Maggio 2017
Due nuovi articoli interessanti: uno sull'evoluzione di due cognomi di Bussolengo,
ed uno sul Saponificio Pinali. E poi la registrazione di un Matrimonio Francese.

GEK (GIACOMO LICINIANO) VASSANELLI DI LUIGI; el Ge'.
 

Nasce a Dagus Mines in Pennsylvania il 9lug1897 da Luigi Vassanelli, di Giacomo, e Virginia Veronesi, lì residenti come altri bussolenghesi emigranti. Al battesimo avvenuto nella chiesa di S. Boniface nella vicina Kersey è chiamato Giacomo Liciniano e sua madrina è la zia Clorinda. Chiaramente in America Giacomo diventa Jack mentre in Italia diventa inevitabilmente Gek.

Si sposa nel 1929 a Pescantina con Argia Alloro nata nel 1908. In questo paese abita fino alla morte, avvenuta nel 1971, esercitando il mestiere di lustrador (aveva una piccola impresa che rifiniva i mobili costruiti dai falegnami).

Fino a qui niente di eccezionale che giustifichi un capitoletto a lui dedicato. Ma Gek ha avuto un periodo di grande lustro facendo il corridore di bicicletta ai tempi eroici di Binda. Sua passione di sempre, fece ben presto molta strada divenendo l'eterno secondo. L'articolo riportato (purtroppo mancante di un riquadro) ne riporta la storia completa. Direi che la sintetizza il sottotitolo: Fu un ottimo scalatore ma anche un buon passista - Era chiamato l'eterno secondo ma ha colto più di una vittoria -.  A conclusione di ogni gara veniva ricevuto con la fanfara dagli sportivi di Bussolengo e portato in trionfo.

Ancora oggi a Bussolengo si organizza ogni anno una corsa fra i dilettanti del luogo intitolata a lui.

 

L'eterno secondo
Giovanotto a VR
Giovanissimo atleta
Gia' apprezzato campione
L'eterno secondoUn articolo sulla Gazzetta dello Sport
1/4 
start stop bwd fwd
  
Image8 Image2 Image4 Image6 Image3 Image7 Image5 Image1
MinieraPennsylvania
MinieraPennsylvania